Le nostre feste son sempre di notte

[artwork: Koh Sang Woo]

[artwork: Koh Sang Woo]

Le nostre feste son sempre di notte
Siamo due fiamme che danzano nude
Su note che suonano dolci e distorte
Del buio indossiamo le vesti più pure

Siamo cresciute con bambole rotte
Di abissi e paludi sappiamo la strada
Ma il nostro sorriso è la luce più forte
Da noi la tristezza è sempre lontana

Le nostre feste son sempre di notte
Se il cielo s’oscura, arriva la luna
Illumina noi, due bestie sciolte
Due fiamme che danzano senza paura

avatar A Gatta Morta (17 Pubblicazioni)



14 commenti su “Le nostre feste son sempre di notte

  1. Grazie Macho l’Eremita Eretico per la recensione (anche se una recensione senza accenti è fastisiosa alla lettura e prima del “però” ci va la virgola, non i puntini di sospesione). Dove possiamo leggere i tuoi altri lavori da critico letterario? hai un sito?

  2. Grazie per essere intervenuti ragazzi, ma è meglio rispondere solo alle critiche costruttive e fondate. Se dovessimo rispondere a tutti quelli che nella rete si improvvisano piccoli apprendisti critici, senza arte né parte, apriti cielo.

  3. Gatta morta sei straordinaria. Io di poesia non capisco un tubo, mi piace leggere e vado d’istinto. Ma a voler essere analitica dirò che se i versi corrono via armonici, se uno solo é una storia intera, se le rime sono eleganti, che siano baciate, alternate, disordinate, avviluppate, allora mi sa tanto che chi ha scritto quei versi sa il fatto suo. Gatta morta e PdT forever!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.