[Omofollia]

La Società giusta, vecchia, malata
crea obbedienza e norme sessuali.
Dentro de lei la gente, schierata,
dice che noi non semo normali.

Vittime, voi, senza sapello.
Fieri de esse maschi servaggi.
Dell’ignoranza sete er pennello.
De ‘na commedia, i suoi personaggi.

La Società giusta, desiderata
crea l’esigenza d’essere uguali.
Esserne parte è cosa agognata:
restano esclusi l’omosessuali.

Vittime, noi, de ‘n altro livello:
de tanti miraggi semo l’ostaggi.
Osservatori dietro a ‘n cancello,
der còre seguìmo i sottopassaggi.

La Società giusta, deteriorata
crea le prigioni e, come animali,
je risponnemo a testa abbassata.
Diversi da noi? Allora rivali.

Essi te stesso. Usa er cervello.
Metti le ali: cambia paesaggi.
Arza la voce come un cortello.
Abbraccia der corpo tutti i linguaggi.

dbn


Condiviti questa notizia su:
avatar Er Farco (19 Pubblicazioni)

Labile. Instabile. Fragile.



39 commenti su “[Omofollia]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *