[Un mare nero]

Se arza in volo ‘no stormo de pensieri
Mutilati e rassegnati a mala sorte
Quann’ er cielo esprime tutti i suoi poteri
De passione e desiderio pe’ la morte

Se ribartano le nuvole ‘mbriache
Vomitando sulle case arcobaleni
E me sembrano magnifiche lumache
Allattate dall’amore coi veleni

Se ripiega su se stesso l’orizzonte
Er dolore che tenevo prigioniero
Ner petto se trasforma in una fonte
Che propaga al mio cospetto un mare nero

20081003-_MG_3662


Condiviti questa notizia su:
avatar Er Farco (19 Pubblicazioni)

Labile. Instabile. Fragile.



20 commenti su “[Un mare nero]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *