[Metroromantica Notizia]

Me piace er vecchio quanno sbaja a di’ ‘e parole
Lo stereo a palla e chi te fischia dar barcone
Me piace Roma, chi ce vive e sa che vòle
Tra i doppi taji, i tatuaggi e ‘r mollettone

C’è chi sa di’ le parolacce senza offenne mai
Chi te s’abbraccia si ‘n te ‘ncontra da ‘na vita
“Mortacci tua”, “‘ndo’ cazzo stavi?” e dice: “Zì,nun sai”
Li strilli dentr’ ar condominio se c’è la partita

Me piace ‘a gente tera tera che ‘n s’è ‘mborghesita
Me piace ‘a gente che ha studiato e sa parla’ romano
Me piace ‘sta città che è stretta piccola e ‘nfinita
Me ‘sta sur cazzo l’Auditorium, pure Renzo Piano

Me piace quando er pizzettaro t’arrotonda er prezzo
Te dice “Damme quanto c’hai che sei ‘n bravo ragazzo”
Me piace chi s’è ripulito e resta sempre grezzo
E quando fai qualsiasi cosa e te dicono “sei ‘n pazzo”

Piccolomini che bello s’allontana er cuppolone
Quanno batte er sole forte e fa schiari’ i palazzi
Er ponentino der tramonto co’a felpa o cor majone
E pure quanno è nuvoloso splenne er sole a sprazzi

C’è chi legge quel che scrivo e immagina una base
C’è chi sa che posso fa’ discorsi altolocati
C’è chi pensa ch’esse giovani nun è ‘na fase
C’è chi i sogni ner cassetto nun se l’è scordati

Le parole sopra scritte nun so’ certo i versi
Che t’aspetti da ‘sto Pinto che chiamano poeta
La semplicità alla quale spesso séte avversi
Metroromantica notizia ar còre tuo ora è lieta

trullo


Condiviti questa notizia su:
avatar Er Pinto (51 Pubblicazioni)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *