[Agosto]

Agosto

La notte te sevizia
Se move co’ pigrizia
Te dormi, ma la senti
Tra i sogni più indecenti

Dài calci  pugni o schiaffi
Te scortichi te graffi
Te gratti pé er prurito
Borbotti insonnolito

Inizia il parapiglia
Te prude ’na caviglia
Sta stronza t’ha svegliato
Er sangue t’ha succhiato

Il suo ronzio pesante
Nell’orecchio, penetrante
L’interruttore scatta
Poi prenni ‘na ciavatta

La spiaccichi sur muro
E vatten’affanculo
L’hai presa para para
Sta cazzo de zanzara!


Condiviti questa notizia su:
avatar Er Pinto (51 Pubblicazioni)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *