[L’Orchestra]

Fòri tutto pare zitto,
‘n passa ‘n sòno da’a finestra,
ma ner buio vieppiù fitto
nella testa c’ho ‘n’orchestra.

A li fiati c’è l’Errore,
più che ‘n soffio, ‘no scirocco,
quell’infame distruttore
che fa rompe ciò che tocco.

Poi co’ lui ce sta er Futuro.
Quello pure, sì, se sente.
Picchia forte ‘r suo tamburo
martellandome er presente.

Poi ecco l’archi, li violini!
Tutti a tempo, tutti in coro,
prèci come i sordatini.
So’ li crucci der Lavoro.

E poi ar piano, l’Ambizione,
che sentilla è ‘mpo’ ‘n’impresa
tra ‘r vocione de ‘n ottone
o der “sol” ‘na corda tesa.

E te pare che a orchestra’
‘nce stia pure ‘n direttore?
Certo! E nun se girerà.
Sta de spalle lui. È l’Amore.

[Flama]

avatar Poeti der Trullo (27 Pubblicazioni)

I Poeti der Trullo sono un gruppo di sette ragazzi del quartiere Trullo, alla periferia di Roma. Un movimento che parte dalla periferia e si diffonde e si espande attraverso la rete. Una mentalità metroromantica, con una forte componente urbana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *