T’aricordi

T’aricordi quanno ch’eri un regazzino
e cullato in tra le zinne de ‘na donna
te sentivi accarezzato dar divino?
T’aricordi s’era Mamma oppure Nonna?

T’aricordi er bòn profumo de bucato
steso ar volo mentre Lei dalla finestra
abbracciava co’ lo sguardo er vicinato
poco prima d’anna’ a coce la minestra?

T’aricordi quanno stretto a tanti sogni
t’addormivi sopra ‘n letto de illusioni
de cui adesso se ce pensi te vergogni?

T’aricordi quanno lampi, pioggia e tuoni
eran fòri dalla testa e i tuoi bisogni
se scioglievan in un cielo de aquiloni?

[foto di Hossein Zare]

[foto di Hossein Zare]

avatar Inumi Laconico (33 Pubblicazioni)



11 commenti su “T’aricordi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.