Er Tevere #2

Er Tevere se ingrossa
e fa la voce grossa.
“So’ sudicio e inquinato…
Me tuffo ner passato
pe’ nun sentimme stretto
in questo cassonetto.”
Er Tevere se incazza,
e vòle ariva’ ‘n piazza.
“Ormai nun sento niente…
So’ solo e indifferente.
Lasciatemi affogare
e mori’ ner grande mare.”

tevere

avatar Inumi Laconico (33 Pubblicazioni)



13 commenti su “Er Tevere #2

  1. Mi ricorda una strofa della canzone Una preghiera per Roma sparita , di Landò Fiorini …. E pensare che una volta per i romani il Tevere era come un supermercato , si andava al fiume a pescare e a prendere l’acqua , ci potevi trovare un pó di schiuma del sapone utilizzato per lavare i panni , oggi ce trovi pure un televisore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.