[Nuvoletta]

[Zakhar Krylov]

[Zakhar Krylov]

L’omo de cui me so’ ‘nnamorata
passa la notte co’ ‘n’artra pischella.
Guarda la luna, tutta acchittata
e je chiede aiuto, a lei, così bella…

Io me nasconno qui, desolata
sotto ‘na nuvola ‘n po’ paffutella.
Penso e le chiedo, inginocchiata:
“Te va de coprije la luna, sorella?”

Lei me risponne ‘n po’ trasognata.
Credo d’avella svejata, porella…
“Io con il vento sono sposata,
lui me conduce co’ ‘na cordicella.”

Corro dar vento già disperata
“Vento te prego… montaje ‘n sella
a ‘sta nuvoletta tutta assonnata!
Copri la luna e mettila ‘n cella!”

Ma non è servita questa trovata
der vento e la nuvola ‘n comunella!
L’omo che amo già l’ha abbracciata…
fanno l’amore, e poi… pennichella!

Chiedo alla nuvola, io, rassegnata:
“Falla vedere a me, quant’è bella
‘sta dorce luna… L’avevo incolpata
d’esse romantica e ‘n po’ cattivella!”

La mia Nuvoletta s’è già spostata.
De colpo m’avvolge ‘sta tintarella.
S’accorge che piango, dimenticata,
e lei m’accompagna, co’ la pioggerella…


Condiviti questa notizia su:
avatar Marta der Terzo Lotto (25 Pubblicazioni)

Mi chiamo Marta e vengo dal Terzo Lotto, quartiere Trullo. Amo le nuvole, la natura e la letteratura. Ho iniziato a scrivere sotto la spinta dell'innamoramento. Per me la poesia, le parole, le canzoni sono tutte articolazioni e organi dell'Amore, senza le quali non potrebbe muoversi né respirare.



10 commenti su “[Nuvoletta]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *