[Mi Marito]

Quann’era un pischelletto
era bello come ‘r sole.
M’avvinghiava strett’ ar petto,
me ‘mbriacava de parole.

Armati de incoscienza,
senza ‘n ombra de paura,
ricoperti de innocenza
ma gajardi a dismisura,

ce sembrava che ner monno
c’amavamo noi soltanto.
– Te vojo fino in fonno,
de te ‘n sarò mai stanco!

E ‘nfatti… me so’ accorta!
Stamo ‘nsieme da ‘na vita
e ve dico: mai ‘na vorta
m’ha sorpreso co’ ‘n uscita…

‘Na serata, ‘n concertino,
‘na città da visitare…
Un bicchiere de buon vino
col tramonto lungo ‘l mare…

Oramai semo cambiati…
Co ‘na certa noncuranza
se semo ‘n po’ annoiati,
a vantaggio della panza.

Ma io so’ sempre bella.
La vita è una sola.
C’ho un còre de pischella
che sogna e ‘ncora vola.

E stasera so’ vent’anni
che se semo fidanzati,
che lavo e stiro panni.
Vent’anni innamorati.

Stasera ‘o pio de petto!
Truccata e ben vestita…
“Annamo a fa’ ‘n giretto?”
“Amo’… ce sta ‘a partita!”

1469747_755417291151462_226106944_n


Condiviti questa notizia su:
avatar Marta der Terzo Lotto (25 Pubblicazioni)

Mi chiamo Marta e vengo dal Terzo Lotto, quartiere Trullo. Amo le nuvole, la natura e la letteratura. Ho iniziato a scrivere sotto la spinta dell’innamoramento. Per me la poesia, le parole, le canzoni sono tutte articolazioni e organi dell’Amore, senza le quali non potrebbe muoversi né respirare.



53 commenti su “[Mi Marito]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *