[È annata com’è annata]

È annata com'è annata
Quanno ho carcolato ‘r danno che m’hai fatto
avrei voluto esse armeno assicurata.
Che ‘r pianto de ‘na donna è sempre sopraffatto
da ‘n certo malumore fresco de nottata.
Sei sempre stato assente, tu… così distratto!
Ma basta ripensacce. È annata com’è annata.
È solo che me sento er còre putrefatto…
Perché la storia nostra tu l’hai già scordata.


Condiviti questa notizia su:
avatar Marta der Terzo Lotto (25 Pubblicazioni)

Mi chiamo Marta e vengo dal Terzo Lotto, quartiere Trullo. Amo le nuvole, la natura e la letteratura. Ho iniziato a scrivere sotto la spinta dell'innamoramento. Per me la poesia, le parole, le canzoni sono tutte articolazioni e organi dell'Amore, senza le quali non potrebbe muoversi né respirare.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *