[Ode ar Trullo]

ODE AR TRULLO

Sto a Roma pe’ studia’ e da ‘sta stanza poco esco,
ma penso ai vostri versi e a concentramme non ce riesco.
Amavo ‘sta città che non ve conoscevo,
e mo che v’ho scoperti ‘o so che me perdevo.
Ve scrivo anch’io ‘n romano e per me è ‘a prima volta,
ma me sento trasporta’ da ‘sta musica che m’ha travolta.
Ogni rima è ‘n sentimento, ogni perla ‘na rarità,
c’avessero tutti er coraggio vostro i muri de ‘sta città.
Co’ ‘na stampa o ‘n pennarello sapete arriva’ ar còre;
pe’ strada o su ‘na panca ‘a rima ha più valore.
Ce tenevo a ringraziavve, a voi che c’arricchite
perché non tutti sanno che ‘a parola è dinamite.
Infinite volte grazie ai supereroi della città mia,
infinite volte grazie ai supereroi della poesia.

[Alessia Filograna – Ottava Poetessa #47]

you-are-my-wonderwall


Condiviti questa notizia su:
avatar Ottavo Poeta (48 Pubblicazioni)

L'Ottavo Poeta viene scelto tra coloro che inviano i loro testi alla mail ottavo.poeta@poetidertrullo.it e viene pubblicato e diffuso sulle nostre piattaforme. Poeta a rotazione, fa parte del nostro gruppo per un breve periodo per poi lasciare spazio agli altri aspiranti.



15 commenti su “[Ode ar Trullo]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *