[Er dì de festa]

Quanno ariva er di’ de festa
Er pensiero è sempre in testa
Piatti ricchi e braccia arzate
Me riempono ‘e ggiornate
Baci, abbracci e tant’amore
Me li porto drento ar còre
Me se vede dar soriso
Che me sento in Paradiso
Ma poi quanno resto sola
E nun vola ‘na parola
Io de getto sai che faccio?
Io m’ accuccio nel tuo abbraccio
Nun me sento triste e sola
Io so già chi me consola…
È er ricordo tuo ner petto
Che me dà gioia infinita
E io, zitta, lì che aspetto…
D’esse amata pe’ la vita

sdr


Condiviti questa notizia su:
avatar Poeti der Trullo (16 Pubblicazioni)

I Poeti der Trullo sono un gruppo di sette ragazzi del quartiere Trullo, alla periferia di Roma. Un movimento che parte dalla periferia e si diffonde e si espande attraverso la rete. Una mentalità metroromantica, con una forte componente urbana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *