Nun ce dormi’ – di Er Matto

Si vòi corpi’ davero ‘na persona
Si ce tieni e ce pensi pe’ davero
Nun te fa’ problemi né domanda arcuna
Cerca de nun vede’ mai tutto nero

Essi gentile, bòno, puro ‘n po’ sfacciato
Nun vergognatte de esse come sei
Daje fiori, rose e cioccolato
Faje sembra’ che esista solo lei

Falla ride, scherza e pijala ‘n giro
Ogni tanto faje pure ‘na scafetta
Vestite giusto, nun te mette ‘n tiro
Fai le cose carmo e senza fretta

Si vai a rilento, però, e ce pensi troppo
Se perde tanto tempo, è questo er brutto
E quanno che te capita ‘n intoppo
Tiri er freno a mano e molli tutto

Nun ce dormi’, dà retta ar còre
La devi fa senti’ importante!
Daje ‘n bacio, ‘na carezza e ‘n fiore
Lei è lei, nun è una delle tante

Pensa soprattutto ar bene suo
Damme retta: svejate! Essi scartro!
Che quello che ‘n giorno pare tuo
Er giorno dopo è già de quarcun artro

Er Matto

avatar Poeti der Trullo (88 Pubblicazioni)

I Poeti der Trullo sono un gruppo di sette ragazzi del quartiere Trullo, alla periferia di Roma. Un movimento che parte dalla periferia e si diffonde e si espande attraverso la rete. Una mentalità metroromantica, con una forte componente urbana.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.